Pennelli! Ovvero, quanti ne serviranno?



Come forse avrete immaginato, amo molto i pennelli per il trucco… Ne posseggo varie decine, diversi per forma, funzione, marca. Benchè le super collezioni di pennelli di  Zoeva,  Fraulein 38, Elf offrano tutto il corredo degno di un make up artist a prezzi spaventosamente bassi, non li ho mai provati, ma ho acquistato singoli pennelli, sia di Zoeva che di Elf. In generale ne sono stata soddisfatta, ho apprezzato in particolare i pennelli Zoeva e gli Elf linea Studio.

Prima di approdare agli acquisti online ho provato tutte le risorse tradizionali, pennelli Sephora (non in molti ne offrono in una gamma tanto vasta e specializzata) ma anche qualcosa di Chanel, Dior, Clarins. Tra questi ultimi segnalo il Dior per eyeliner, piccolo, dotato di setole piatte e corte, è davvero meraviglioso per sfumare la matita e/l o per stendere l’e/l gel.

Rimando al sito Dior per la visione dell’assortimento, così come suggerisco una visitina al sito Sephora.com (non .it perchè è assolutamente vuoto e deludente) per una sbirciata ai vari tipi comunque disponibili, anche se non proprio tutti, nei negozi italiani.

Veniamo a noi! Partendo dal presupposto che il make up deve essere facile, come orientarsi nell’acquisto? Quanti ne servono veramente?

A mio parere: uno grande tipo kabuki per le polveri viso (cipria e/o terra); uno grande con setole tagliate in obliquo per il blush; un pennello piatto e largo per gli ombretti di base, uno largo, setole piatte e corte per il contorno dell’occhio, uno a punta “sferica”, specifico smoky per la piega palpebrale o per contorni soft e poco marcati. Il pennello labbra è utilissimo e permette di utilizzare il rossetto nella giusta quantità così come di scavare anche quando è finito!.

Questo è quanto, secondo me, è lo stretto necessario, poi comunque la scelta è molto secondo abitudine ed attitudine personale…, ma restano così tanti altre opzioni, come dimenticare il pennello per il fondotinta? Promette un’applicazione tipo “airbrushed”, aerografata (magari avere Temptu…), e in effetti trovo sia efficace.

Riallacciandomi ad un precedente articolo – H&M non solo fashion – , suggerisco di fare un passaggio tra gli scaffali del beauty dept di H&M perchè si possono scovare accessori per il trucco molto carini a prezzi assolutamente ridicoli: il pennello a due punte, una smoky, l’altra e/l obliqua, costa € 1.95 ed è assolutamente identico a quello di Sephora che costa € 17,50. Stesso discorso per il pennello doppio, una punta pennello fondotinta, l’altra pennello per terra o blush.

Se trovate pennelli con una bella setola (sia questa naturale o sintetica), provatene la consistenza, i peli debbono essere ben fermi e stretti nella ghiera, non deve perdere la forma nè aprirsi troppo, provate sul viso perchè non deve pizzicare!

Qual’è il vostro pennello preferito? Parliamone!!

Inserito da

Questo articolo è tratto da un comunicato stampa arrivato in redazione.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

© Copyright - Makeup facile by NetPropaganda - Wordpress Theme by Kriesi.at