Come un’eroina noir: il rossetto nero



Ammetto che da un paio di settimane, dopo averne scoperto l’esistenza, mi sono invaghita del rossetto Luscious Cream Lipstick 523 nero di KIKO, ma non ho il coraggio di acquistarlo!

Da un po’ sono attratta e respinta al tempo stesso da quello che considererei un must have, una stravaganza, ed io amo collezionarne…

Ricordo quando Lancôme, tantissimi anni fa, lanciò la palette multicolor OZ!, oppure ci fu il periodo del trucco rosso… io non me li sono fatti scappare, proprio in quanto non convenzionali.

Sto quindi valutando l’acquisto di un rossetto nero… mi chiedo come sarà, come mi starà, ovviamente non potrò utilizzarlo al lavoro!!! Eppure mi immagino che non si fermi tutto al mero utilizzo diretto dal tubetto: penso che lo utilizzerei principalmente per alterare il colore di altri rossetti, per renderli più profondi… Si tratterebbe di fare varie prove… e vederne il risultato.

Un ulteriore utilizzo che mi viene in mente è: sugli occhi.

Proverei a farne una base molto trasparente, sovrapponendo poi una polvere, magari qualcosa di cangiante, non necessariamente scura. A questo modo potremmo ottenere tonalità nuove da quel che abbiamo già!  La base cremosa del rossetto verrebbe fissata dalla consistenza asciutta della polvere (es. pigmenti).

Quanti esperimenti uscirebbero dall’acquisto di un semplice rossetto??

Inserito da

Questo articolo è tratto da un comunicato stampa arrivato in redazione.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

© Copyright - Makeup facile by NetPropaganda - Wordpress Theme by Kriesi.at